This is Marino Fadda's Typepad Profile.
Join Typepad and start following Marino Fadda's activity
Join Now!
Already a member? Sign In
Marino Fadda
Cagliari
Consulente di marketing e comunicazione
Recent Activity
Image
Le immagini costituiscono un potente strumento per catturare l’attenzione e comunicare dei messaggi. Non a caso si dice che “un’immagine vale più di tante parole”. E' quindi normale che la maggior parte dei siti web visualizzino sempre di più delle grandi immagini in grado di catturare lo sguardo dei visitatori.... Continue reading
Posted yesterday at Demand Generation
Non esiste un sistema ideale in assoluto. Per poter individuare il sistema più adatto a un'azienda bisognerebbe sapere cosa le interessa maggiormente e qual è il budget di cui può disporre. Per esempio, un'azienda può dare molto interesse all'attività social e, allora, bisogna ricercare un sistema di marketing automation che incorpori in maniera completa questa funzione. Un'altra azienda può essere interessata ad avere una funzione di lead nurturing basilare e, allora, è inutile consigliare un sistema che offre una lead nurturing sofisticata. Fatte queste premesse, un buon sistema per le piccolissime imprese (meno di 1 milione di euro) che non hanno molti contatti (meno di 1.000/1.500) può essere quello proposto da Venntinve (funzione di lead nurturing basilare). Per le piccole imprese (fino a 4 o 5 milioni di euro), va bene Autopilot. Oltre i 5 milioni di euro e con più di 10.000 contatti vanno bene eTrigue, ActOn e Loopfuse. Per grandi imprese, Eloqua è ottimo. Per chi privilegia soprattutto l'attività social a discapito della lead nurturing, Hubspot è un must (però abbastanza costoso). Ho descritto tutti questi sistemi in vari post pubblicati negli ultimi due anni.
No, non è un male se il traffico da refferal è molto grande. Lo è se il traffico da refferal non è molto alto, perché indica che il traffico che arriva dalla ricerca organica è basso e, quindi, il sito non è ottimizzato per la SEO. Per esempio, se ricevo 1.000 visite da refferal e 800 dalla ricerca organica, il risultato può essere considerato buono. Se, invece, ricevo 100 visite da refferal e 40 dalla ricerca organica, allora non va bene. In sostanza, il traffico da refferal dipende dalla popolarità del mio sito e, quindi, posso fare relativamente poco per migliorare la popolarità (a meno che non spenda molti soldi in pubblicità). Al contrario, il traffico che arriva dalla ricerca organica è il risultato della mia attività SEO. Se arriva poco traffico da questa fonte, significa che non ho fatto nulla o troppo poco. E, quindi, le cose non vanno bene. Spero di essere stato chiaro.
Image
Quasi sempre nel web "meno è meglio di più". Cioè, i siti web che danno i risultati migliori sono quelli che eliminano tutto il superfluo e si concentrano sull'essenziale. C'è però un limite oltre il quale non si può andare. Continue reading
Posted Dec 23, 2015 at Demand Generation
Image
L'ottimizzazione del sito web è un processo complesso che richiede competenze specifiche. Questo spiega perché la maggior parte dei siti web non sia ottimizzata per la conversione e produca, quindi, risultati non soddisfacenti. Continue reading
Posted Oct 28, 2015 at Demand Generation
Image
Il PageRank è uno dei principali fattori presi in considerazione da Google per determinare la classifica dei risultati di ricerca. Per questo motivo è bene conoscerlo bene. Continue reading
Posted Oct 9, 2015 at Demand Generation
Image
Da un po' di tempo penso che la maggior parte di coloro che possiedono o gestiscono un sito web non sia soddisfatta dei risultati che ottiene. Fino a poco tempo fa questa era solo una mia opinione, ma nulla di più, basata soprattutto sulle opinioni espresse dai miei contatti, clienti... Continue reading
Posted Jul 22, 2015 at Demand Generation
Image
Da oggi è disponibile in libreria e online - per esempio, presso l'editore Hoepli - il mio nuovo libro "Il mio sito web vincente. Guida pratica a SEO e Web marketing". Ne ho già parlato nel precedente post. Se avete necessità di ulteriori informazioni, potete visitare il sito del libro.... Continue reading
Posted Jul 9, 2015 at Demand Generation
Image
Sono stato assente parecchio tempo dal Blog. C'è un motivo: oltre che nel mio normale lavoro di consulente, sono stato impegnato nella stesura finale del mio nuovo libro. Finalmente, dopo un impegnativo lavoro durato oltre due anni, il libro è terminato ed è ora in fase di stampa presso l'editore... Continue reading
Posted Jun 19, 2015 at Demand Generation
Image
I siti non funzionano perché non riescono ad accogliere e convertire i visitatori in clienti potenziali o effettivi. E non ci riescono perché si crede che i visitatori arrivano su una pagina dall'esterno del sito e non dall'interno; e perché non hanno alcun punto di conversione (modulo o call to action). Continue reading
Posted Mar 27, 2015 at Demand Generation
Image
Un sito produce dei risultati solo se raggiunge i suoi obiettivi. Gli obiettivi di un sito si esprimono quasi sempre in obiettivi di conversione. Si vuole cioè convertire il visitatore anonimo in una persona identificabile perché fornisce i suoi dati personali, richiede un appuntamento, compra qualcosa. Se la persona acquista... Continue reading
Posted Mar 2, 2015 at Demand Generation
Image
Quando un visitatore arriva su un sito, deve cercare di comprendere in pochi secondi l’argomento della pagina, capire se gli interessa ed eventualmente individuare cosa leggere. Poi, dovrebbe eventualmente cliccare sulla call to action o riempire un modulo (se ci sono). Questo processo deve avvenire in modo semplice, chiaro e... Continue reading
Posted Feb 12, 2015 at Demand Generation
Image
E' stato creato il primo sistema italiano di marketing automation, Wixab. Continue reading
Posted Dec 29, 2014 at Demand Generation
Image
Quando si legge una pagina web, di solito la si scansiona molta velocemente per vedere se è utile approfondire la lettura o se invece è meglio abbandonarla senza sprecare ulteriore tempo (come abbiamo visto nel precedente post). Se, però, nella pagine si trovano degli elementi che attraggono lo sguardo -... Continue reading
Posted Dec 15, 2014 at Demand Generation
Image
Sul web le persone esplorano rapidamente la pagina, prima di decidere se continuare a leggerla o andare via. In questa esplorazione, le persone ricercano elementi visivi che forniscono informazioni sull'argomento della pagina: titoli, parole evidenziate, link, punti elenco. Continue reading
Posted Nov 27, 2014 at Demand Generation
Fabrizio, la differenza è questa: Prospect è un generico cliente potenziale, di cui però l'azienda non sa nulla. Lead è un cliente potenziale di cui l'azienda conosce qualche dato e che ha dimostrato dell'interesse nei suoi confronti. Faccio un esempio. Una persona che arriva sulla pagina "Prodotti" di un sito web può essere considerato un "cliente potenziale": ma di lui l'azienda non sa nulla. Se compila e invia un modulo - che richiede i suoi dati personali - per registrarsi alla newsletter aziendale, diventa un "lead": un cliente potenziale con nome e cognome che ha dimostrato interesse nei confronti dell'azienda.
Toggle Commented Oct 22, 2014 on Chi è un lead at Demand Generation
Ho spesso parlato in questo blog dell'importanza di costruire un sito che riesca a convertire. Oggi, vi voglio mettere alla prova, sottoponendovi un bel quiz creato da Rich Page, uno dei maggiori esperti di website optimization. Si parla di ottimizzazione del saggio di conversione e vi vengono sottoposte 18 domande... Continue reading
Posted Oct 2, 2014 at Demand Generation
Image
Quando un visitatore arriva su un sito, deve cercare di comprendere in pochi secondi l'argomento della pagina, capire se gli interessa ed eventualmente individuare cosa leggere. Ogni elemento della pagina – dalle immagini ai blocchi di testo, dai colori utilizzati agli oggetti in evidenza – influenza questa veloce comprensione. Il... Continue reading
Posted Sep 15, 2014 at Demand Generation
Image
Per chi gestisce un sito web è di fondamentale importanza conoscere la provenienza dei propri visitatori, in modo da capire: quali canali non vanno bene; quali sono quelli più efficaci; cosa bisogna fare per attrarre una maggiore quantità di traffico. Ad esempio, se scopriamo che i visitatori che provengono dai... Continue reading
Posted Jul 18, 2014 at Demand Generation
Image
Probabilmente non siete soddisfatti del vostro sito web. Consolatevi: la maggior parte dei siti presenti sul web non funziona, cioè non produce risultati positivi. Questo accade perché spesso questi siti – e quindi forse anche il vostro – presentano due importanti limiti: non sono organizzati per accogliere chi naviga online;... Continue reading
Posted May 8, 2014 at Demand Generation
Image
La lead scoring - che costituisce una fase particolare nel processo di acquisizione dei clienti potenzial - è finalizzata a dare un punteggio numerico ai lead acquisiti dall'azienda, in modo da individuare la loro disponibilità ad acquistare. Le componenti che sono prese in considerazione possono essere raggruppate in due categorie:... Continue reading
Posted Apr 23, 2014 at Demand Generation
Nel momento in cui si decide l'argomento di una pagina, bisogna per forza pensare alle parole chiave che sono necessarie per ottimizzare la pagina. Quindi, si tratta di individuare le parole chiave che - per l'argomento trattato nella pagina - saranno ricercate dai nostri utenti. Questa è una normale attività di SEO, che ho esaminato in 2 post precedenti relativi alla "keyword research". Spero di essere stato esauriente.
Ciao Luca, scusa se ti rispondo in ritardo. Prima domanda: di solito c'è corrispondenza tra risultati AdWords e risultati organici (cioè se una parola chiave ha molta concorrenza su AdWords l'ha anche in termini SEO). Però, alcune volte può non essere così. Per sapere l'esatto dato sulla concorrenza bisogna ricorrere a dei tool a pagamento, come quelli che ho indicato nel post. Seconda domanda: cosa fare se tutte le parole hanno una concorrenza alta? Questo generalmente accade quando le keyword sono composte da una sola parola. La concorrenza scende significativamente quando si passa a keyword costituite da 2 o 3 parole. Ti consiglio, pertanto, di aggiungere un altro termine alle tue parole chiave. Puoi utilizzare Ubersuggest, di cui ho parlato nel precedente post, o lo stesso Google Keyword Planner.
Image
Quando si costruisce la call to action della landing page bisogna considerare che anche piccole modifiche al design e al testo possono influire sul saggio di conversione. Continue reading
Posted Mar 31, 2014 at Demand Generation
Ringrazio per i complimenti. Purtroppo non posso rispondere alle sue domande, in quanto esulano dalle mie competenze. Un commercialista è la persona più indicata. Mi spiace
Toggle Commented Mar 10, 2014 on Link building at Demand Generation