This is anto's Typepad Profile.
Join Typepad and start following anto's activity
Join Now!
Already a member? Sign In
anto
nice
Interests: fotografia, gatti, musica, radio, mare, fitness
Recent Activity
Image
Dal 27 aprile al 27 settembre la cittadina di Saint-Jean-Cap-Ferrat ospita un'esposizione à ciel ouvert di opere monumentali di Sacha Sosno. L'artista, scomparso tre anni fa, è noto per essere uno dei principali esponenti della "Scuola di Nizza", movimento nato a partire dalla fine degli anni '50 che raggruppa varie... Continue reading
Posted 3 days ago at anto's bubble
Image
Sabato 20 maggio per la tredicesima volta in Europa si è festeggiata la Notte dei Musei, che prevede non solo l'apertura serale e notturna dei più importanti musei, ma anche la programmazione di eventi e spettacoli che hanno i medesimi come palcoscenico speciale. In questo modo questi luoghi di esposizione... Continue reading
Posted May 21, 2017 at anto's bubble
Non ricordo bene come sono arrivato qui in questo corridoio ma la luce che vedo là in fondo mi è stranamente familiare. “Non ricordo”. In effetti usare questo verbo ha qualcosa di beffardo e ormai anche drammatico per me. Ricordare, non so nemmeno più definire con precisione il significato di... Continue reading
Posted May 21, 2017 at anto's bubble
Image
Fiat VOX. La voce, il verbo crea i mondi, si sa. Nessun oggetto per il decimo anniversario del mese di maggio, in compenso un intero mondo: il 7 maggio 2007 nasceva questo blog. E' cambiato molto da allora e non solo perché la piattaforma è diversa. Questa è l'ultima schermata... Continue reading
Posted May 6, 2017 at anto's bubble
Image
Questa escursione è indubbiamente una delle più belle che si possano fare lungo le coste della Côte d'Azur. Lo so, questa cosa l'ho detta almeno una decina di volte, ma basterà dare un occhio alle foto che seguono per rendersi conto a quale punto la natura qui abbia dato il... Continue reading
Posted Apr 18, 2017 at anto's bubble
Image
Una televisione. Ma non l'oggetto, gli studi proprio. Sono nata in aprile e Cerere è anche la dea della nascita. Sono nata in aprile, a Pasqua, il giorno della rinascita. L'anno scorso all'Astrorama -era febbraio- li ho finalmente osservati tre dei satelliti galileiani di Giove, erano Io, Europa e Callisto.... Continue reading
Posted Apr 17, 2017 at anto's bubble
Image
On parie? Scommettiamo? Scommettiamo che a Parigi si può... Trovare una scala per le nuvole uscire dal tunnel e senza nessuna guida Tornare a Arco Alzare gli occhi per trovare le parole giuste Abbassare gli occhi per trovare giganti sotto alberi quadrati Sentire il profumo del bello E avere abbastanza... Continue reading
Posted Apr 15, 2017 at anto's bubble
di più! fai questo esperimento: prendi un foglio (A4, scherzo anche A3 va bene che ci sta su di più :) ). Fatto? Adesso disegnaci su due figurine geometriche, falle piccole però, è importante per dopo, tipo un cerchietto bello concluso e un triangolo un po' spigoloso. Ok facciamo che quelli sono due esserini tutti contenti che vengono a contatto tra loro solo nel piano in cui giacciono, cioè il foglio. Essi vedono, l'uno dell'altro solo la linea del loro contorno il cerchio sarà, per dire, una linea sempre lunga uguale con i limiti che sfumano leggermente in prospettiva ma in modo regolare, mentre il triangolo cambierà un po' di più perché avrà lo spigolo più vicino al suo interlocutore spostato un po' più di qua o di là a seconda di dove quello si mette, apparendo un po' più incostante. Vabbè peggio per lui ...oh comunque poi i due magari si piacciono pure, ma quello non ci interessa ora. Quel che conta invece è che nessuno dei due vede all'interno dell'altro, questo succede solo quando capita qualche incidente che rompe il loro perimetro lineare facendo vedere che dentro c'è qualcosa, ma dall'aspetto sempre bidimensionale, per carità, che non è ci si può immaginare niente al di sopra o al di sotto di esso. Se si scontrano pensano che non esista il modo di penetrare l'uno dell'altro, come invece potresti fare tu ritagliandone uno e facendolo sovrapporre o svolazzare sull'altro. Ma lasciamo stare i due esserini per un attimo e torniamo al foglio. Ce l'hai? Ok. Comincia ad arrotolarlo, ma appena appena, non come per creare un tubo, ma solo per dargli una leggera curvatura. Adesso immagina i due esserini che camminano su quella superficie spostandosi in quello che loro percepiscono come essere il tempo che passa. Forse continuando a camminare all'infinito arriverebbero al punto di partenza, o forse no, quello dipende da quale cavolo di curvatura hai dato al foglio (tu casuale demiurgo :D ) ma non è tanto quello il punto quanto il fatto seguente: che cosa ti impedisce di pensare che questa bella figura che hai creato col foglio sia a sua volta un essere (un po' meno -ino perché con una dimensione in più) che si sposta (tutto contento o forse no) in un cubo tridimensionale (curvato a sua volta nel tempo)? E via così aggiungendo una dimensione in più ma lì diventa più difficile, perché siamo noi esserini a tre dimensioni ad avere qualche difficoltà ad uscire dal nostro perimetro. Sono così gli universi incastrati progressivamente l'uno nell'altro, bello no?
Toggle Commented Apr 15, 2017 on Il mondo piatto at anto's bubble
Image
Il Musée Jacquemart-André lo avevo scoperto anni fa in compagnia di una cara amica ed era nostro progetto di tornarci presto assieme. In realtà il destino ha voluto che per me accadesse prima, ma la cosa non esclude certo una seconda prossima visita. L'esperienza di questo piccolo museo è infatti... Continue reading
Posted Apr 15, 2017 at anto's bubble
Image
Il quartiere di Montmartre deve il suo nome al martirio del primo vescovo di Parigi, Saint Denis, che qui venne decapitato e fino al 1860 restò un comune indipendente da quello della capitale francese. La "butte", alta 130 metri, non è l'unico quartiere di Parigi ad aver conservato un'atmosfera da... Continue reading
Posted Apr 8, 2017 at anto's bubble
discorso molto interessante che ha che fare con la freccia del tempo e la sua direzione univoca: si può sapere cosa è già stato ma non (almeno quasi mai) ciò che sarà. Personalmente a volte penso che è un peccato morire, ma solo per curiosità, perché sarebbe troppo bello sapere cosa ne sarà di questa nostra umanità. Il discorso delle dimensioni molteplici però trascende quello della freccia temporale (che, semmai corrisponde essa stessa a una dimensione ultieriore) e riguarda piuttosto la visione di molti universi incastrati uno nell'altro. C'è chi pensa che la morte non sia che un passaggio da uno a quello superiore (o inferiore, nel caso in cui si prediliga scendere verso il Basso ;-)
Toggle Commented Apr 8, 2017 on Il mondo piatto at anto's bubble
Image
Come hanno fatto 324 metri di "ferraglia" a diventare il simbolo di una delle città più belle d'Europa? Di sicuro in parte si deve al fatto che la Tour Eiffel è rimasta per 41 anni il monumento più alto al mondo e ancora oggi la sua piattaforma superiore è uno... Continue reading
Posted Apr 5, 2017 at anto's bubble
Image
Il Panthéon di Parigi, un monumento neoclassico che si trova nel cuore del Quartiere Latino, per quanto progettato per essere una chiesa ha ora una vocazione civile: quella di ospitare le spoglie dei grandi personaggi che hanno segnato la storia di Francia. Voltaire, Rousseau, Hugo, Zola, Dumas, Pierre e Marie... Continue reading
Posted Apr 3, 2017 at anto's bubble
Image
Una domenica di sole un po' ventosa. C'è un'energia costante nell'aria quest'anno. Ma le spiagge di Théoule-sur-mer sono in genere abbastanza riparate dai venti. Esposte ad est e a nord sono infatti protette dai promontori di La Napoule e della Pointe de l'Aiguille. Venirci in estate è un po' difficile... Continue reading
Posted Mar 27, 2017 at anto's bubble
Image
Finalmente ci siamo riusciti a mantenere il nostro proposito e a riuscire ad andare a fare un corso, anzi due, nella palestra di Mariangela e Cristina. Non era impresa facile ed è dovuto accadere che ci trovassimo in zona in un giorno feriale. Proprio per questo non potevamo certo farci... Continue reading
Posted Mar 23, 2017 at anto's bubble
Image
Del lago di Como ho fatto in tempo solo ad appurare che esiste ancora. Peccato, avrei tanto voluto farla, a sette anni di distanza, la passeggiata verso casa, fino a Villa Olmo. I cuori e i lucchetti legati ai parapetti della passeggiata degli "Amici di Como" li ho trovati molto... Continue reading
Posted Mar 22, 2017 at anto's bubble
Image
Trovandoci in zona a Milano non potevamo non passare a vedere la nuova sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Il palazzo, inaugurato il 13 dicembre 2016 e progettato da Herzog & De Meuron, sorge in viale Pasubio, accanto a Porta Volta ed è formato da due edifici adiacenti ma distinti, il... Continue reading
Posted Mar 22, 2017 at anto's bubble
Image
Domenica mattina a Nizza, apro gli occhi e penso che devo ancora preparare la borsa per i prossimi due giorni di trasferta a Milano e dintorni. Una trasferta solo accidentalmente turistica, tanto che non abbiamo ancora deciso bene come passare la giornata che abbiamo davanti e che è più che... Continue reading
Posted Mar 21, 2017 at anto's bubble
Image
Un computer. Non era mio. E una mail. Neanche quella lo era. Una parola: grazie. In quel periodo continuavo a ripeterla. Recentemente ho sentito dire che pronunciare queste due semplici sillabe innescherebbe dei meccanismi psicologici che guarirebbero dal malessere della depressione. Forse è vero. "Per ogni grazie non detto, cade... Continue reading
Posted Mar 10, 2017 at anto's bubble
Image
All'Astrorama ci siamo stati un anno fa per una "soirée ciel ouvert" comprendente -oltre alle animazioni divulgative iniziali, alle news astronomiche e a una seduta al planetario- soprattutto l'osservazione del cielo. L'astronomo Jean-Louis Heudier, presidente dell'Associazione Parsec che gestisce l'Astrorama l'abbiamo conosciuto poco dopo durante un'interessante conferenza su come, nella... Continue reading
Posted Mar 5, 2017 at anto's bubble
Image
Rosso, tutti sanno che il tapis del Palais des Festivals è rouge. A Natale lo avevano prolungato dalla celebre scalinata lungo tutta la Croisette. ma forse solo per meglio far risaltare il blu del mare Questo lungomare di Cannes è uno dei miei preferiti della Côte d'Azur. Un po' perché... Continue reading
Posted Mar 1, 2017 at anto's bubble
Image
Quello di ieri a Cap Dramont. I Kyte-surf li ho visti dapprima dall'alto, lontani sulle creste del mare argentato e ho pensato subito a quelli che sfrecciavano dieci anni fa a Navene. Cioè, loro sfrecciano ancora, ma io non li vedo più, mentre in quella estate del 2007 ho passato... Continue reading
Posted Feb 27, 2017 at anto's bubble
Oh che bello ritrovarti qui anna rita! pensa che sono anche in fase un po' nostalgica... proprio di recente mi sono imbattuta infatti in vecchi commenti di vecchi post allora pubblicati su vox! Il fatto è che quest'anno ricorre il decimo anniversario di un sacco di eventi, alcuni dei quali legati -come puoi immaginare eheh- a questo blog (o meglio alla sua vita precedente). Ho in mente di fare un post di anniversario al mese, per questo mi sono ritrovata a scavare un po' nei vecchi ricordi, scheletri nell'armadio compresi ;-) Ti confesso poi che questo post non volevo nemmeno farlo, mi capita spesso a dire il vero... le foto le avevo già pubblicate su facebook e flickr e spesso mi sembra inutile metterle pure qui, dove so che non passa più nessuno. Però poi ha prevalso il mio bisogno di raccontare, anche se si tratta del racconto di cose banali come il tempo che fa o la passeggiata che ho fatto domenica. E solo qui posso davvero farlo. E dopo mi sorprendo sempre perché una volta che sono qui nella mia bolla, le mie foto mi sembra che acquistino un senso speciale e anche quelle che credevo essere meno originali le trovo più belle. Sì i colori erano davvero unici l'altro ieri sera e alla fine sono contenta di averli fotografati e condivisi. Anche qui.
Toggle Commented Feb 21, 2017 on È primavera? at anto's bubble
Image
Sono abbastanza abituata al fatto che le stagioni meteorologiche qui sulla Côte d'Azur non corrispondano troppo a quelle astronomiche. Nonostante ciò confesso che il tepore della giornata di ieri mi ha sorpreso. La plage des Marinères da mezzogiorno alle tre si sa che regala un caldo riparo anche nelle giornate... Continue reading
Posted Feb 20, 2017 at anto's bubble
A febbraio nessun oggetto, solo voci. Verba volant tranne quando le registri. Le persone invece non le puoi fissare e capita che volino via per sempre. Tommaso Labranca è nato in febbraio, la trasmissione è quella del giorno di San Valentino. Love love love. All you need is love, love.... Continue reading
Posted Feb 16, 2017 at anto's bubble