This is Mauro Cicognini's Typepad Profile.
Join Typepad and start following Mauro Cicognini's activity
Join Now!
Already a member? Sign In
Mauro Cicognini
Recent Activity
Ma è bellissimo... seguo XKCD da secoli ma questa mi era sfuggita. Posso chiederti come l'hai trovata?
Mi permetto di aggiungere un'esperienza recente: un'azienda cliente ci ha richiesto, in un grosso progetto di logistica, uno SLA sui tempi di risoluzione guasti. Il sistema, in circa sei mesi di funzionamento a regime, ha subito un paio di guasti hardware ed alcuni malfunzionamenti software indotti da una condizione limite, che era stata sottovalutata, in caso di guasti della WAN. Ciascun guasto è stato affrontato e risolto ampiamente nei tempi dello SLA anche se, soprattutto in un caso, ci sono stati degli impatti non nulli sull'operatività. Il cliente si è naturalmente lamentato di questi impatti. Noi non abbiamo potuto che richiamarlo al fatto che da nessuna parte era richiesta una totale resilienza, e che lo SLA si limitava a dare dei tempi di apertura ticket e risoluzione dei malfunzionamenti. La nostra buona volontà ha fatto sì che in ciascun caso i disservizi siano stati nulli o molto limitati, ma questo non era richiesto dal contratto. E quindi nulla era dovuto a titolo di penale o qualsivoglia altra rivalsa su di noi. La considerazione che mi viene è che non è nemmeno sufficiente ricordarsi di inserire un "livello di servizio": bisogna anche sapere qual è l'indicatore vero di soddisfazione sul servizio, e non limitarsi ad applicare i criteri della scorsa fornitura (per la quale magari andavano bene). In sintesi, comprare servizi non è facile, e venderli tanto meno. Ma purtroppo a volte mi sembra che l'animale-uomo impari davvero soltanto quando si è fatto male. Devo rassegnarmi?
Toggle Commented May 9, 2011 on Aruba downtime: osservazioni at SicuraMente
Caspita, bello davvero il sito gandalf.it. Grazie, Enrico, per avermelo fatto scoprire! :)
Grazie Gigi, il mio arrivederci a Valter ora è meno triste. E sono certo che anche lui avrebbe preferito così.
Enzo, grazie per il link! Molto interessante, anche se purtroppo, come spesso succede, le critiche diventano personali e si assiste al deplorevole spettacolo di due esperti di security che si scagliano vicendevoli scomuniche nemmeno fossero due cardinali di confessioni diverse. Il mio commento è di nuovo che una metafora è pur sempre una metafora, ed è improprio portarla troppo lontano: non è che risolviamo tutti i problemi pensando ad una striscia di Moebius rispetto ad un campo di battaglia. Trovo invece assai opportuno il richiamo a non utilizzare troppo spesso concetti provenienti dalla teoria militare, e che è molto vero invece che proteggersi dagli attacchi informatici è molto simile, come "visione del mondo" a quella del proteggersi da attacchi terroristici (quelli dove gli attaccanti sono quattro tizi qualunque che un giorno prendono la stessa metro di sempre, ma negli zainetti hanno l'esplosivo invece che la schiscetta) (per i non milanesi: la gavetta con il pranzo al sacco).
Toggle Commented Jun 29, 2009 on De Metaphora at SicuraMente
Mi chiedo davvero fino a che punto andrà avanti questo impeto giustizialista che vede in Internet solo un brodo di coltura per le peggiori tendenze dell'uomo. In realtà credo sia solo la più recente manifestazione di quel tipo di paura ancestrale che portava torme di operai invasati a distruggere i telai meccanici agli albori della rivoluzione industriale.
Toggle Commented May 3, 2009 on Abrogato l'emendamento D'Alia at SicuraMente